A chi è interessato

Tre proposte per il recupero di pezzi importanti dell’arte e della cultura classica, che avrebbero ricadute positive anche per la nostra economia.



Per superare la crisi dovremmo prima di tutto diminuire l’impoverimento che il nostro sistema paese subisce a causa delle importazioni di energia. In questo ci aiuteranno nei prossimi anni le auto elettriche, che abbatteranno i consumi e li sposteranno dal petrolio al gas naturale. Poi dovremmo sfruttare tutte le opportunità che abbiamo di rilanciare la nostra economia e creare nuovi posti di lavoro (vedi le PROPOSTE PER RILANCIARE L’ECONOMIA ).
In Italia, però, abbiamo anche altre possibilità. Proprio negli anni che per noi sono stati della crisi, il resto del mondo ha conosciuto una crescita straordinaria. Oggi la nostra è un’economia sempre più piccola all’interno di un mercato sempre più grande, e ci basterebbe conquistarne anche solo una piccola fetta per risolvere i nostri problemi.
I paesi emergenti, con la parentesi speriamo breve della pandemia, stanno sconfiggendo la povertà per avere adottato la società moderna, inventata in Europa nel corso degli ultimi mille anni, che ha le sue radici nella cultura classica. Però siamo proprio noi, piccolo paese, ad avere i più grandi giacimenti di monumenti, storia, arte e cultura classica del mondo.
Già questa è una grande opportunità per la nostra economia che dobbiamo imparare a sfruttare sempre meglio. Ma noi siamo anche l’unico paese che può recuperare pezzi importanti della classicità, che per il loro valore universale interessano tutto il mondo. Queste operazioni dovremmo comunque farle per il loro valore intrinseco. Ma esse ci aiuterebbero anche a migliorare la nostra immagine all’estero e a vendere meglio i nostri prodotti di qualità e il nostro turismo.
Queste proposte sono indirizzate a tutti. A chi è al governo, se per caso fosse interessato, e a chi sta all’opposizione, che potrebbe sostenerle se le ritenesse utili.


Leggi l’articolo: A CHI E' INTERESSATO (ecofantascienza.it)